Blog: http://momovedim.ilcannocchiale.it

"Mi chiedete di parlare..."

... ovvero come far rivoltare nella tomba Oriana Fallaci.



«La maternità dell’idea appartiene a Emilia Costantini. La giornalista e scrittrice è riuscita a vincere la tenace opposizione di Edoardo Perazzi (nipote della Fallaci), con un incessante, delicato, lavoro ai fianchi. Dolce ragionata insistenza alla fine ha piegato il nipote di Oriana Fallaci, rimasto a lungo ancorato e fedele al dettato dell’illustre zia. Oriana non aveva mai concesso a nessuno di interpretarla.»
http://www.lagenteditalia.com/articulos/articulos_masinfo.php?id=2019&secc=articulos&path=0.281

«"Mi chiedete di parlare…"»non è uno spettacolo facile da digerire... Movimenti scenici e luci, proiezioni e musica, aiutano ad entrare in quella sorta di intimità con Oriana Fallaci che per la verità voleva soltanto essere sola e possibilmente non guardata.»
http://www.spoletofestivalcorner.it/index.php?page=articolo&id=292


Come se non bastasse, nel ruolo di Oriana c'è Monica Guerritore. Non più la giovane incestuosa "Patrizia" diretta dal suo ex-marito, ma attrice ormai matura, di quell'età in cui le sue colleghe usano gonfiarsi solo col silicone; lei  invece usa anche la sicumera:

«Io sono lei che risponde a domande rimaste nell' aria ... e nello stesso tempo parlo di lei come se si manifestasse una terza immagine: la "qualità" specifica di questa donna eccezionale, fatta di forza, autonomia, desiderio di libertà, guidata però da un' ossessione. Entrando nella sua carne in questi cinque mesi, ho cercato di decifrare l' oscurità nel suo sguardo: era la conoscenza della morte attraverso la guerra, il suo odore, nella vita pubblica e privata. L' ha portata a odiare e combattere "la più grande stupidità", la guerra appunto. È stata la sua scenografia - ognuno di noi ce l' ha -, in cui si ritrovava anche se la faceva star male»... «La Fallaci, non Oriana. Da un certo punto in poi l'Io si è sacrificato al Me, all' immagine forte, sfacciata che il mondo amava, criticava, copiava. L' eyeliner in America era il "Fallaci look", lei è stata glamour, celebrity mondiale. E ha deciso, rotto il silenzio dopo l' 11 Settembre, di far vivere quella, mentre l' altra moriva tra tappeti pieni di cicche di sigarette senza curarsi più»
http://archiviostorico.corriere.it/2011/giugno/07/Oriana_torna_respirare_con_Contro_co_9_110607053.shtml




Pubblicato il 6/7/2011 alle 11.48 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web