.
Annunci online


 


con la stoffa di re Salomone e l'occhio rapido dello scugnizzo

 

Pillole di Storia... futura!
post pubblicato in diario, il 16 giugno 2011
"Nel dicembre del 2023 faceva un freddo cane e non c'era nulla da bruciare per riscaldarsi. Le notizie sull'Iwatch non promettevano nulla di buono, molte le minacce di guerra un po' ovunque..."

La potenza economica degli USA era già decaduta da tempo e adesso si marciava rapidi verso il suo declino politico. Infatti, già da tempo gli Stati del Nord erano Protettorato Britannico, mentre in quelli del Sud aveva preso il sopravvento il KKK, di conseguenza i Governatori locali erano stati costretti a cercare asilo politico a Washington.

Nel 2030 il Texas aveva dichiarato unilateralmente la sua indipendenza, riconosciuto all'istante dal Vaticano, seguito a ruota dalla Cina, dall'India e dal Brasile. Altrettanto fecero nell'anno successivo l'Oklaoma, il Kansas e il Missouri.

Lo sfaldarsi di quel grande impero proseguì ben presto anche nel Nord con la Dichiarazione d'Indipendenza nel 2032 della Repubblica del New Jersey, cui seguì immediatamente l'autonomia politica di tutti gli ex-Stati del Nord-Est, riconosciuti pienamente indipendenti nel 2040, ad eccezione dello Stato di New York, ribattezzato Iroquoi Longhouse dai nativi Irochesi, ai quali negli ultimi anni si erano uniti numerosi pionieri nativisti del movimento Mohawkista.

In base ad accordi presi col Governo Britannico con la "Dichiarazione di Malbour" del 31 ottobre del 2037 la Gran Bretagna si era dichiarata favorevole alla creazione di un Focolare Irochese nella metà settentrionale dell'ex-Stato di New York. Tale impegno, ribadito in più occasioni e approvato con risoluzione dell'ONU, dovette però scontrarsi col veto degli Stati confinanti che vedevano di cattivo auspico la creazione di quella che consideravano una "entità anomala nella regione".

Il 14 maggio 2048, con un giorno in anticipo sulla scadenza del Mandato Britannico, nacque lo Stato Iroquoi di Longhouse a capo del quale fu posto il comandante David HellenicPuppy's Son, futuro primo ministro. La Dichiarazione d'Indipendenza Iroquoi, basata su principi nobili di rispetto della Natura e di ogni Essere Vivente, suscitò -da una lato- consensi in quella parte dei "visi pallidi" dell'ex New York State che fin dai primi tempi avevano tenuto ottimi rapporti con il movimento Mohawkista e che avevano visto di buon auspicio il sorgere dello Stato di Longhouse. Dall'altro lato, però, scatenò le ire dei latifondisti che avevano venduto i propri terreni ai Nativi, solo per poter comprare armi con l'intento di cancellare definitivamente la "entità pellerossa" dal Continente.

Nei pochi giorni successivi, approssimativamente 1.000 soldati del Vermont, 5.000 del Massachussets, 5.000 del Connecticut e 10.000 del New Jersey invasero il neo-costituito Stato. 4.000 soldati della Pennsylvania  invasero il cosiddetto Corpus Separatum, cioè la regione al confine con gli ex-territori canadesi. Essi furono aiutati da corpi di volontari dell'Ohio, del Maine e della Virginia.

In un SMS del Segretario Generale della Lega degli Stati del Nord-Est indirizzato all'ONU, si proclamava ufficialmente l'intento di creare uno "Stato unitario Indipendente" al posto dei due Stati (uno iroquoi e l'altro "viso pallido") previsti dal piano dell'ONU. Essi reclamarono che quel piano di spartizione non era valido perché a esso si opponeva la maggioranza dei "visi pallidi", e confermarono che l'assenza di un'autorità legale rendeva necessario intervenire militarmente per proteggere le vite e le proprietà dei "visi pallidi".

Il nuovo Stato dei Nativi Americani non ebbe vita facile e dovette affrontare numerose altre aggressioni militari da parte dei "visi pallidi", nonché innumerevoli atti terroristici. Ricordiamo la Guerra delle Sei Lune nel 2067, durata appunto quanto sei lune, e nella quale lo Stato Iroquoi occupò dei territori dei "visi pallidi", da usare poi come scambio nelle eventuali trattative di pace. Ci fu poi la Guerra della Grande Madre nel 2073, che l'Iroquoi Longhouse subì nel giorno più sacro del suo calendario, ma da cui seppe difendersi con coraggio, infliggendo dure sconfitte all'aggressore.

Il resto è attualità: gli accordi di pace, seguiti dagli attacchi terroristici dei "visi pallidi"; la barriera di totem difensivi elettronici; l'autonomia "viso pallida" negli ex-Territori Occupati, seguita dal terrorismo suicida; lo smantellamento delle longhouses dalla Striscia di Confine nel 2105, con i conseguenti bombardamenti giornalieri da parte dei "visi pallidi" sulle città iroqoui; l'operazione "Freccia di Piombo" del gennaio 2109,  che scatenò le ire dell'ONU nel famigerato Rapporto Silverstone, passato poi alla Storia come il Rapporto delle Bugie, per tutte le accuse agli Iroquois che il giudice sudafricano Richard Silverstone vi elencò, per poi sconfessare una per una, quando fu dimostrata la loro falsità.
Sfoglia maggio        luglio




















calendario


MomoMusic







cerca