.
Annunci online


 


con la stoffa di re Salomone e l'occhio rapido dello scugnizzo

 

"Dio! perché hai taciuto!!"
post pubblicato in diario, il 31 maggio 2011
Intervista a Dio
post pubblicato in archivio, il 29 ottobre 2010
Intervista a Dio
 
Salve signor Dio, sono un giornalista freelance e vorrei intervistarLa per conoscere il Suo punto di vista sulle tematiche che La riguardano più da vicino.
 
Dio - Faccia pure, sono a Sua completa disposizione.
 
Si sente soddisfatto di aver creato questo mondo?
 
Dio - Mha, per certi versi sì, per altri no. Ad esempio, sono molto orgoglioso degli anelli di Saturno, ma non mi piace affatto come mi sono riusciti gli asteroidi...
 
Chiedo scusa, sono stato un tantino impreciso nel formulare la domanda. Per "mondo" intendevo limitarmi al pianeta Terra.
 
Dio - Eh, la Terra... molto carina da guardare dallo spazio con quel bel cielo blu venato di nuvole bianche... Niente male, è uno di quei pianeti su cui ho messo anche i vegetali e gli animali.
 
Cosa ne pensa del cosiddetto "genere umano"?
 
Dio - Il "genere umano"... be', mi fa lo stesso effetto degli asteroidi: non è venuto granché.
 
Qual è a Suo giudizio il peggior difetto del  "genere umano"?
 
Dio - Bella domanda! In verità, non so da dove prendere il principio. Per fare prima potremmo parlare dei pregi che forse si contano con un dito solo, o forse ne basta anche mezzo...
 
In particolare, cosa ne pensa delle religioni?
 
Dio - Direi che sono la più grossa cavolata che si potesse inventare. Alcune le trovo inutili, altre dannose se non addirittura offensive nei miei confronti.
 
L'Ebraismo?
 
Dio - Uhm... Ah sì, quello dei due vecchietti che volevano a tutti i costi un figlio. E lui dapprima mise incinta la colf straniera poi (non si sa in virtù di quale miracolo) rimase incinta pure la moglie. Nato il pargolo, il vecchiaccio già alle prime colichette notturne era sul punto di sgozzarlo, quando fu sorpreso da sua moglie. E lui cosa disse? Che ero stato io a ordinarglielo. Cose dell'altro mondo! Al "genere umano", io ho dettato solo le 10 tavole della Legge a quel tizio balbuziente,  sperando che le scrivesse senza errori d'ortografia e senza stravolgerne il significato, e raccomandandomi di non dire a nessuno che gliele avevo passate io, per non alzare un polverone inutile. Lui invece che fece? Uno: le scrisse maluccio; due: disse a tutti che ero stato io a dettargliele parlando da un cespuglio in fiamme. Che cazzata!
 
Il Cristianesimo?
 
Dio - Quando sento parlare di cristianesimo mi prende un diavolo per capello. Tanto per cominciare, voglio mettere bene in chiaro una cosa: io sono un essere infinito, eterno, immateriale e soprattutto asessuato; di conseguenza non potrei mai e poi mai sentirmi attratto dalle bellezze femminili, e men che meno da quelle delle minorenni. Perciò, si smetta di diffamarmi insinuando che io abbia messo incinta una ragazzina e che questa abbia poi partorito mio figlio! Quel tizio di Nazareth non era altro che una delle tante persone che, a un certo punto della loro vita, decidono di "scendere in campo". Lui (a differenza di tanti altri) aveva perfino nobili ideali, non lo metto in dubbio, gli premeva di preservare il valore delle mie 10 tavole (e per questo gli sono grato!), ma non aveva un buon piano d'azione o una loggia segreta che lo spalleggiasse... così è finito in croce. E' noto a tutti che, disgraziatamente, in seguito si sono compiute numerose atrocità in nome suo.
 
L'islam?
 
Dio - L'islam? Ah sì, la religione inventata dal quel tizio che aveva passato tutta la vita a fare bagordi, poi a un certo punto ha scoperto di aver messo su troppa pancia e ha iniziato a odiare le donne (prima fra tutte le tentazioni terrene!) dando loro la colpa di ogni male, e scoprendo nel contempo di essere attratto dal posteriore maschile... per questa ragione inventò la preghiera a chiappe all'aria.
 
L'induismo?
 
Dio - Le prime soap-opera di Bollywood... solo che non c'erano ancora la televisione e il cinema.
 
Il buddismo?
 
Dio - Un modo un tantino egoistico di scimmiottarmi, inventato da un tizio che aveva imparato come vivere beato in mezzo ai guai altrui, fregandosene altamente di tutto e di tutti.
 
Il confucianesimo?
 
Dio - Un modo per spacciare come saggezza la strafottenza e il maschilismo.
 
Mi corregga se sbaglio: per Lei il mondo non dovrebbe avere religioni.
 
Dio - Proprio così. E soprattutto non dovrebbe sprecare tempo ed energie a volerle imporre agli altri, a combattere contro le religioni degli altri, o a combattere contro le religioni in genere. Un'ultima cosa: se gli esseri umani smettessero di aprofittare della preghiera per venirmi ad accattonare ogni giorno qualcosa, io gliene sarei grato. A tutto c'è un limite, anche alla mia pazienza infinita!


Dio se la ride
post pubblicato in diario, il 5 novembre 2009
Avete presente quei tipi bigotti che sono sempre convinti di essere nel giusto perché la loro religione è l'unica vera, giusta e attendibile?

Ebbene, se a quei tipi lì un giorno dovesse capitare di incontrare Dio, loro lo scaccerebbero in malo modo e gli direbbero che è un infedele, un miscredente o -usando un termine che oggi va molto di moda come spregiativo-  un "laicista".

Dio se la riderebbe, ne sono certo, perché Dio ha un gran senso dell'umorismo... altrimenti perché avrebbe creato questo mondo?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Dio bigotti fondamentalisti laicismo

permalink | inviato da momovedim il 5/11/2009 alle 8:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia marzo        giugno




















calendario


MomoMusic







cerca